Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

   Pellicce Alviano

  ...... il sottile piacere della ...differenza!!

Lo scopo di questa guida non è quello di formare dei tecnici della pellicceria ma di fornire chiare e dettagliate informazioni a quanti intendono acquistare una Pelliccia di Visone. L'iniziativa di Pellicce Alviano nasce dal desiderio avvertito quasi come un dovere, di indirizzare la sua potenziale ed attuale clientela ad una scelta più consapevole ed al contempo meno consumistica di un capo importante quale la PELLICCIA, dando notizie certe nella miriade di disinformazione; negli anni ci si è resi conto che il consumatore è troppo spesso disorientato da pseudo intenditori o dicerie commerciali.


Pellicce Alviano è importatore diretto di pelli grezze dalle prime fonti mondiali, ed opera nel settore da oltre 30 anni. La nostra iniziativa va inquadrarta nell'ambito di un progetto che affonda le sue radici nell'informazione e scaturisce dal desiderio di cimentarsi in qualcosa di ancora intentato; spiegare cos'è il Visone, da dove proviene, come viene allevato, come arriva a diventare una pelliccia e da cosa dipende il grande divario di prezzi esistenti sul mercato. Cominciamo quindi con la presentazione del nostro protagonista;


Il Visone

Il Visone è un piccolo mustelide lungo dai 45 ai 95 centimetri che viene allevato prevalentemente nei paesi scandinavi, Stati Uniti, Canada, Federazione Russa, ed anche, quantunque in misura decisamente inferiore, Italia, Cina, etc. Malgrado le differeze geofisiche e climatiche di questi paesi, le aree che in ciascuni di essi sono state adibite all'allevamento dei Visoni recano tutte una caratteristica comune; sono luoghi tranquilli e quasi sempre prospicenti il corso di un fiume. Per migliorare la lucentezza, foltezza e setosità del suo pelo, inoltre occorre che si verifichino due condizioni:

-Che la temperatura per almeno 3 mesi l'anno si mantenga costantemente al di sotto dello zero.

-Che l'alimentazione sia curata al grammo ed integrata con con carne, riso, frutta matura e pesce.


Il Marchio e quindi la PROVENIENZA

Se mi si chiedesse una graduatoria tecnica personale delle provenienze più importanti la redigerei senz'altro così:

Provenienza: Top Quality:
Danimarca K Fur Platinum
Finlandia Saga
America Emba
Canada Canada M.Mink
Russia Norka

Etc...


BLACK GLAMA
(GRAT LAKES o grandi laghi)

E' sicuramente il nome più conosciuto per un visone ed il marchio più antico del mondo. Esso contraddistingueva il visone nero e di naturale lucentezza allevato sul confine NORD degli STATI UNITI e sostituito ormai da anni dal Canada Majestic Mink


 

 

CANADA MAJESTIC MINK

Marchio di allevamento Canadese, con una produzione vasta e di ottima qualità, come caratteristica ha il pelo decisamente basso, circa allo stesso livello dello strato lanoso.


EMBA IL VISONE AMERICANO

Marchio che riunisce oltre 10.000 allevatori e che ha dato alle varie sfumature di colori nomi specifici brevettati tipo: LUNAREINE, TOURMALINE, APOLLO etc...


NORKA

Marchio che riunisce la maggiore produzione di visoni Russi e che offre una vastissima scelta di colori e tonalità con prevalenza di produzione scura con la caratteristica di pelo leggermente più lungo della media e più ispido.


Finlandia e Danimarca

Sono i Marchi che più ci interessa farvi conoscere dato che, per il livello qualitativo e quantitativo, sono i più importanti in assoluto, che ..... il Top Gamma Finlandia e Danimarca sono i rispettivi Marchi Saga e Kopenhagen Fur di cui Pellicce Alviano è un grosso diffusore da molti anni, risquotendo un enorme successo da parte della Clientela. Per meglio comprendere le dimensioni del fenomeno, basti pensare che oggigiorno due pellicce di visone su tre è confezionata con pelli Scandinave, e questo perchè Finlandia e Danimarca offrono una vastissima gamma di mutazioni naturali, che ben si combina con una provata ed indiscussa qualità.


IL PREZZO

Passiamo ora ad affrontare un problema che è senz'altro tra i piu sentiti e che accomuna allevatori, grossisti e consumatori: il prezzo. Il prezzo di una pelliccia di visone è determinato da una serie di fattori che ci preme illustrarvi. Ve li elenchiamo in ordine di importanza:

PROVENIENZA - QUALITA' o SCELTA - GRANDEZZA O TAGLIA - COLORE - SESSO - QUANTITATIVO DI PELLI UTILIZZATE - MODELLO - TIPO DI LAVORAZIONE

PROVENIENZA

Il Canada, come sappiamo, è il paese dove si produce il top in assoluto dei Visoni anche se è una percentuale modestissima (Black Glama). Basti pensare che nelle aste intenazionali degli ultimi anni il Top dei Visoni Black femmina Canadesi sono stati quotati oltre 900 dollari per pelle grezza, il che equivale ad un costo per pelliccia finita ben oltre 60 mila euro. Poniamo quindi da parte quello che consideriamo un marchio il cui Top è destinato ad una ristrettissima èlite e concentriamoci sui Visoni Scandinavi che, parer tecnico professionale dello scrivente, sono i migliori. Nel 1990 i paesi Scandinavi, grazie a sistemi di produzione-allevamento tecnologicamente molto avanzati, hanno immesso nel mercato ben 16.424.000 pelli di visone guadagnando così il primo posto nella classifica mondiale per la produzione quantitativa e qualitativa. Ci interessa comunque puntualizzare che, tra i visoni scandinavi migliori risultano essere quelli Danesi di qualità Kopenhagen Fur Platinum.


QUALITA' o SCELTA

Prima di qualsiasi acquisto si parla sempre di qualità. E' importante sapere che per ogni provenienza c'è una scala valori qualitativa che comprende almeno 5 diversi livelli di qualità. La cosa migliore da fare comunque è quella di affidarsi ad un negozio di fiducia che possa fornire tutte le garanzie e delucidazioni su ciò che si intende acquistare. Nel caso si tratti di una pelliccia di visone, il discorso dovrebbe partire dalle caratteristiche di LEGGEREZZA, SETOSITA', e LUCENTEZZA che la contraddistinguono. Tali caratteristiche dipendono dall'equilibrio esistente tra le tre componenti base di una pelle e cioè:

1 derma (o cuoio) 2 borra ( o strato lanoso) 3 giarra (o strato setoso)

un accurata osservazione di questi strati e della loro diversa incidenza consentirà di comprendere le differenze esistenti tra la pelle di un visone maschio e quella di un visone femmina. La pelle di un visone femmina presenta generalmente un cuoio duttile e sottile, una borra poco sviluppata e di conseguenza più leggera, una giarra molto folta e quindi più lucente. Nella pelle di un visone maschio le proporzioni tra le tre componenti sono pressochè invertite, E' facile arguire quindi che, se si vogliono trovare tutte le caratteristiche base eccellenti di un visone e cioè leggerezza, setosità, lucentezza ed anche una maggiore vestibilità, bisogna rivolgere la propria attenzione all'acquisto di una pelliccia in visone Femmina scandinava di provenienza Danese e di qualità Platinum.


GRANDEZZA o TAGLIA

Ogni pelle di visone sia maschio che femmina ha una grandezza così ripartita:

6
--------------------
5
-----------------------------
4
-------------------------------------
3
---------------------------------------------
2
-----------------------------------------------------
1
--------------------------------------------------------------
0
-----------------------------------------------------------------------
00
--------------------------------------------------------------------------------
000
-------------------------------------------------------------------------------------------
Taglie per i visoni maschi 000 - 3
Taglie per i visoni femmina 00 - 6

COLORE

Il colore di una pelliccia di visone è un elemento molto importante. Esso, al pari del marchio, assume una denominazione diversa a seconda della provenienza delle pelli. Così, ad esempio, il colore marrone rossiccio corrisponde al "demi buff" canadese, allo "scan brown" dei paesi scandinavi, al "lunaraine" statunitanse ed allo "standard" russo etc... Ciò serve a chiarire che i "nomi" attribuiti ai visoni si riferiscono al loro colore e ne indicano solo la diversa provenienza e ad identificare una razza specifica mai la qualità. In una pelle di visone, il requisito più importante del colore è che esso sia naturale e non ottenuto con procedimenti di tintura poichè con il passare del tempo, tra pioggia e sole, la tintura si scolorirà e riaffiorerà il colore originario non omogeneo. Ciò può essere verificato esaminando il cuoio della pelle: se è chiaro vuol dire che il colore del visone è naturale o, al massimo rinforzato: se è scuro indica che la pelle è stata tinta. La gamma di colori naturali è vastissima e le varie tonalità dipendono dagli incroci delle mutazioni (cambiamento di colore a seconda delle stagioni).

 


 

 

SESSO

Abbiamo già parlato della differenza esistente tra un visone maschio ed un visone femmina. Giova tuttavia sottolineare che le loro diverse dimensioni modificano notevolmente il quantitativo di pelli da impiegare e la caratteristica del capo, per realizzare un determinato modello. Ad esempio, se per confezionare una pelliccia di visone maschio "trasportato" (tipo di lavorazione) si impiegheranno 35 pelli (taglia media n°1), usando il visone femmina (taglia media n°3) , avremo bisogno di un quantitativo di pelli pari al al 40% in più circa.


QUANTITATIVO DI PELLI, MODELLO, TIPO DI LAVORAZIONE

Questi tre elementi possono essere analizzati congiuntamente in quanto l'uno è complementare dell'altro. Come già accennato, il quantitativo di pelli occorrenti a confezionare una pelliccia è determinato, oltre che dal sesso del visone, dalle dimensioni e caratteristiche del modello oltre che dal tipo di lavorazione. La scelta del modello è, come sappiamo, condizionata dalle tendenze della moda ma anche dal gusto personale dell'acquirente. Essa quindi si traduce nella interpretazione di una proposta e deve tendere alla valorizzazione della propria persona. Nel campo della pellicceria, sono molte le pelli che corrispondono a questo tipo di esigenza ma tra le più duttili da personalizzare sono senz'altro quelle del visone femmina. Per quanto riguarda il tipo di lavorazione, è bene spendere qualche parola in più. Innanzi tutto bisogna precisare che la confezione di una pelliccia di visone, nonostante il progresso tecnologico, è tutt'ora un lento, preciso ed accurato lavoro artigianale. Esso comincia con il taglio e la divisione del modello. Queste operazioni richiedono la massima precisione ed una approfondita conoscenza della qualità, colore e struttura delle pelli. Il tagliatore deve infatti essere in grado di selezionarle con cura e scegliere quelle più adatte a ciascuna delle parti del modello. Ed eccoci giunti ai vari tipi di lavorazione: il trasporto, con possibilità di pelli sdoppiate e striplate, la lavorazione a pelle intera, a mezze pelli, a liste inframezzate con camoscio a nido d'ape etc. Il trasporto è sicuramente una delle lavorazioni più conosciute e più usate. Essa consistenel tagliare ogni pelle in sottili striscioline a spina di pesce (per una lavorazione Top non più larghe di 5 mm) e nel ricucirle in modo sfalsato tanto da ottenere una lista di pelle della lunghezza desiderata. Il trasporto anche se tutt'ora richiesto, è stato recentemente, in buona parte, soppiantato dalla lavorazione a pelle intrera che meglio si presta ad interpretare gli attuali dettami della moda (leggerezza e morbidezza). Questo tipo di lavorazione, particolarmente usata per i visoni femmina, consiste nell'utilizzare la pelle aperta senza ricorrere a tagli e ricuciture. Ciò consente di mantenere inalterate la leggerezza e la morbidezza originali e di realizzare capi di prestigio dalle linee ampie e fluttuanti.